Un acufene o tinnito è un disturbo uditivo costituito da rumori (come fischi, ronzii, fruscii, pulsazioni, ecc.) che l'orecchio percepisce come fastidiosi a tal punto da influire sulla qualità della vita del soggetto che ne è affetto.
Esso non è classificabile come una malattia, ma è una condizione che può derivare da una vasta pluralità di cause.


L'acufene è solitamente un fenomeno soggettivo, tale da non poter essere misurato oggettivamente. La condizione è spesso valutata clinicamente su una semplice scala da "lieve" a "catastrofico" in base agli effetti che esso comporta, come ad esempio l'interferenza con il sonno e sulle normali attività quotidiane.

acufene-le-cause-punto-acustico-due

Le cause

Tra di esse si possono includere: danni neurologici (ad esempio dovuti a sclerosi multipla), infezioni dell'orecchio, stress ossidativo, stress emotivo, presenza di corpi estranei nell'orecchio, allergie nasali che impediscono (o inducono) il drenaggio dei fluidi, accumulo di cerume, canalopatia e l'esposizione a suoni di elevato volume.

acufene-i-rumori-pericolosi

La cura

L'acufene può causare frustrazione e distogliere l'attenzione da familiari, amici, e dalle normali attività quotidiane. Per la maggior parte delle forme di acufene non esiste una cura, ma vi sono delle soluzioni per la gestione dell'acufene che offrono sollievo. L'acufene di per sé non causa perdita uditiva.
La terapia acustica, ad esempio, insegna al cervello a riclassificare l'acufene come rumore di sottofondo.